#Franke è un’azienda impegnata nella ricerca di un basso impatto ambientale dei suoi prodotti, sia attraverso l’adozione di innovative tecniche di produzione che tramite l’ottenimento di consumi energetici sempre più contenuti.

Scegliere un prodotto Franke, lavello o elettrodomestico che sia, vuol dire contare su materiali di prima qualità ma anche attenzione all’ottimizzazione dei consumi attraverso l’utilizzo di sofisticate tecnologie, alcune delle quali esclusive.

Ad esempio i suoi lavelli in acciaio inox, materiale che è riconosciuto come il più igienico al mondo, sono riciclabili al 100%, mentre i suoi lavelli in Fragranite, materiale esclusivo Franke che vanta miriadi di imitazioni, sono progettati per essere perfettamente idonei al contatto con gli alimenti. Per quanto riguarda i miscelatori, Franke produce delle speciali cartucce di miscelazione che limitano al massimo lo spreco di acqua.

I forni Franke sono invece dotati della tecnologia Dinamic Cooking Technology (DCT) e sono gli unici del mercato a fregiarsi di una classe di consumo A++. Questa tecnologia sfrutta delle speciali resistenze a filo che indirizzano il calore solo dove serve. In questo modo si eliminano dispersioni e si abbreviano i tempi di preriscaldamento. Questi apparecchi dispongono anche di una funzione selezionabile che ne limita il consumo ad 1 Kw max nel caso si renda necessario l’utiizzo in contemporanea con altri elettrodomestici. Un analogo sistema che impedisce la dispersione di calore è presente anche nei piani cottura ad induzione, anche in questo caso si ottengono elevate potenze “mirate” con riduzione dei consumi.

Nelle cappe, Franke ha provveduto ad ottimizzare il rendimento dei gruppi motore, ha incrementato l’interazione con i piani cottura della stessa serie ed ha introdotto universalmente l’illuminazione a LED.

Per quanto riguarda i frigoriferi, va ricordato che con questi elettrodomestici l’aspetto del consumo è particolarmente importante, perché in funzione 24 ore su 24. Oltre ad essere costruiti con materiali ad alta riciclabilità e privi di sostanze come il CFC o l’HFC nel circuito refrigerante e nell’isolamento, vantano un consumo annuo tra i 312 KW/anno e i 424 KW/anno, arrivando con alcuni modelli ad avere la classe di efficienza energetica A+++. Dal canto loro le lavastoviglie vantano un programma speciale automatico che tramite sensori arriva a percepire il grado di sporco delle stoviglie ottimizzando il ciclo di lavaggio e riducendo quindi il consumo di acqua e di elettricità.