Cucine, i vari modi di sfruttare l’angolo

Quando si opta per una disposizione ad angolo progettando la nostra nuova cucina, va considerato che questa scelta ne presuppone altre che possono cambiarne radicalmente aspetto e funzionalità.

La soluzione classica, con basi e pensili che seguono l’angolo, già presuppone soluzioni diverse legate anche a diversi modi di sfruttare l’interno dei mobili. Le basi possono avere l’accesso da un solo lato oppure da tutti e due, inoltre possono avere semplici ripiani oppure avere attrezzature interne che riescono a sfruttare al meglio lo spazio via via che si fanno più sofisticate. Per quanto riguarda i pensili, al di la della loro altezza, spesso si può scegliere fra una disposizione prettamente angolare, con ante separate apribili ognuna mediante cerniere da 180° oppure con disposizione a libro. Oppure esiste la versione del pensile a sezione pentagonale, con anta unica disposta in modo obliquo. Questa soluzione consente di avere un maggiore spazio all’interno del mobile, a fronte però di una maggiore incombenza sul piano lavoro e di un aspetto alquanto antiquato; non a caso si tratta di una soluzione che troviamo spesso sule cucine classiche o country.

Sempre principalmente legata alle cucine tradizionali è la soluzione del piano pentagonale con frontale obliquo anche per la base. Spesso questa soluzione ospita il piano cottura disposto in diagonale e una grande cappa angolare; nel caso il forno sia collocato a parte, in colonna, il sottostante frontale da 60 cm può ospitare una cassettiera o una normale anta.

Contrariamente a quello che molti pensano questa soluzione è completamente inadatta a cucine di piccole dimensioni, in quanto la quantità di spazio utile sprecata è considerevole. Basti poi considerare che tale soluzione occupa da sola circa 105 cm per lato secondo i modelli di cucina.

Un’altra soluzione per sfruttare l’angolo, consigliabile nel caso si abbia a disposizione un lato abbastanza lungo dedicato alla normale disposizione base-pensile per predisporre la nostra zona operativa, è la soluzione con colonne angolari apribili su un lato. In pratica avremo su una parete le colonne più o meno attrezzate e sull’altro la vera e propria zona operativa con piano lavoro.

Vantaggi: enorme spazio contenitivo a disposizione. Svantaggi: ridotta disponibilità di piano lavoro.

Anche nel caso delle colonne angolari l’angolo può essere sfruttato al meglio mediante sofisticati ripiani-cestello estraibili, in genere impiegati fino alla porzione di altezza di circa 150 cm. La parte superiore ospita quasi sempre ripiani fissi ed è per questo che possiamo considerare tale spazio dedicato a quelle vettovaglie che usiamo raramente; potremo comunque contare su un notevole spazio in più a disposizione per tutte quelle cose di uso poco frequente.

La disposizione tipo cabina, con anta obliqua che diventa praticamente una porta dove si entra, è una soluzione ancora una volta tipica delle cucine classiche o country. Si tratta di un elemento molto apprezzato, sempre che si abbia spazio sufficiente per realizzarlo. In pratica si finisce per realizzare una specie di ripostiglio-dispensa per le nostre vettovaglie e scorte alimentari.